La serva padrona


Venerdì 9 maggio 2014

ore 21:00
(ore 11:00 in anteprima esclusiva per gli studenti di Mirandola)

VILLA TAGLIATA
Via Dorando Pietri, 23
Mirandola (zona piscine)

LA SERVA PADRONA

intermezzo in due parti di
G.B. PERGOLESI

serva padrona

Produzione, allestimento scenico e danza
dell'Associazione Culturale "Amici della Musica" di Mirandola

All'interno dell'opera saranno inseriti:
A. Corelli
 Concerto Grosso op.VI no.9 in fa maggiore

Concerto Grosso op.VI no.10 in do maggiore


interpreti:

Patrizia Cigna, soprano (Serpina)
Oliviero Giorgiutti, basso (Uberto)

Sandra Moretti, mimo (Vespone)

Archi dell'Accademia Virgiliana di Mantova
Federico Guglielmo, violino concertatore
Roberto Loreggian, cembalo

Corpo di ballo dell'Ensemble de Sphaeris

Coreografie di Davide Vecchi
Regia di Francesco Bocchi
Direzione artistica di Lucio Carpani


Costumi realizzati dall'Istituto "G.Galilei" di Mirandola (sezione Moda)
Scenografia realizzata in collaborazione con Alessia Baraldi,
Gregorio Bellodi e Tapezzeria Rigieri


La serva padrona, uno dei più celebri ed importanti intermezzi buffi che la storia della musica ricordi, chiude quest'anno la stagione concertistica degli Amici della Musica. L'ambizioso progetto nasce dalla volontà di proporre un allestimento nuovo ed accattivante dell’opera, interamente a cura dell’Associazione e tramite le collaborazioni con varie realtà locali e artisti ospiti, nella speranza di inaugurare e sempre più perfezionare una sorta di laboratorio operistico senza precedenti a Mirandola.

Alla musica di Giovanni Battista Pergolesi viene accostata quella di Arcangelo Corelli, il grande violinista e compositore di cui nel 2013 ricorreva l'anniversario (1713-2013). Collocata all'inizio dell'opera come ouverture e tra il primo e secondo atto come divertissement, la musica di Corelli ospita coreografie originali integrate nell'azione scenica. Si tratta dunque di “intermezzo nell’intermezzo” , essendo già la stessa Serva Padrona nata come inserto tra i tre atti dell’opera seria Il Prigioniero Superbo di Pergolesi, allo scopo di “portare una ventata di leggerezza per quel pubblico che stava vivendo forti emozioni di odio e di passione tra i campi di battaglia e le prigioni” (Reinhold).

La proposizione dell’opera in anteprima mattutina riservata agli studenti delle scuole superiori testimonia la precisa intenzione, da anni punto fermo dell’attività degli Amici della Musica, di promuovere e diffondere la cultura ad un giovane e sempre nuovo pubblico. I costumi dei cantanti e dei danzatori sono realizzati dalla sezione moda dell'Istituto professionale “Galilei” nella chiara intenzione di poter rendere partecipi questi giovani attivamente nella preparazione dello spettacolo.



Cigna

PATRIZIA CIGNA, soprano

Allieva di J. Meneguzzer, si diploma al Conservatorio Cherubini di Firenze con il
massimo dei voti, lode e menzione di merito con M.G. Germani. Vincitrice di numerosi Concorsi Internazionali quali “Tito Schipa” (Lecce) '94, “William Walton” e “Rocca delle Macìe” '95, debutta nel 1993 al Teatro Verdi di Pisa nell'opera Il piccolo spazzacamino di B. Britten.
Da allora interpreta ruoli protagonistici in Die Zauberflöte, Così fan tutte, Nozze
di Figaro, Clemenza di Tito, Idomeneo, Don Giovanni, Lucia di Lammermoor, Don Pasquale, Elisir d'amore, La Bohème, Rigoletto, Ariadne auf Naxos, Un ballo in maschera, Carmen, Barbiere di Siviglia, L'Italiana in Algeri, Il Campiello, Tancredi, Traviata, Puritani in teatri come: Teatro Comunale di Firenze, Verdi di Trieste, Malibran di Venezia, Comunale di Bologna, Firenze e Ferrara, Valli di Reggio Emilia, Festival di Torre del Lago, Filarmonico di Verona e Festival Arena di Verona, Ravello Festival, Regio di Torino, Piccinni di Bari, Teatro di Maribor (Slovenia), Festival Avenches (Svizzera), Tour Reisopera (Teatri in Olanda), Wexford Festival Opera (Irlanda), Teatro Kaunas (Lituania), Municipal di San Paolo (Brasile) Seoul Arts Center Opera House (Corea).  
Ha al suo attivo numerose incisioni di opere inedite registrando tra l'altro per
Bongiovanni, Rai, Naxos, Tactus, Dynamic e  Decca mentre, ancora per Tactus, è da poco uscita  l'opera completa di Musica Vocale da Camera di Spontini in cui è stata chiamata ad interpretare due arie inedite.  
Ha collaborato con Direttori di fama internazionale quali D. Gatti, G. Bertini, Lü Jia, V.
Jurowsky, T. Koopman, D. Fasolis, A. Zedda, P. Bellugi, F. M. Sardelli, R. Zarpellon, U. Benedetti Michelangeli, M. Stefanelli, D. Oren, Z. Mehta e con Registi quali I. Judge, I. Brook, I. Stefanutti, D. Krief, F. Micheli, M. Placido, P.L. Pizzi, F. Zeffirelli, J. Miller.  

Porge particolare e viva attenzione al repertorio barocco interpretando, tra gli altri, nel 2011 la Johannespassion di Bach con i Salzburger Bach-Chor a Salzburg e debuttando, nell'ultima Stagione Lirica 2013 al Teatro Comunale di Ferrara, il ruolo di Angelica nell'Orlando Furioso di Vivaldi producendosi inoltre, sia in Italia che all'estero, in numerosi Recital che l'hanno fatta conoscere ed apprezzare al pubblico come artista versatile.




giorgiutti2

OLIVIERO GIORGIUTTI, baritono

Intraprende gli studi musicali dapprima come oboista, diplomandosi ad Alessandria nel 1994 ed in seguito si dedica al canto lirico, diplomandosi al Conservatorio “G.Verdi” di Torino nel 1996 e si perfeziona con Raina Kabaiwanska, Rokwell Blake, Renato Bruson e Ruggero Raimondi.

Nell'anno 2001 vince i Concorsi Internazionali "As.Li.Co" ed il "Toti dal Monte" e nel 2002 il concorso internazionale “Comunità Europea” di Spoleto. Si esibisce in Italia ed all'estero in un vasto repertorio, cantando, fra gli altri, nei teatri di Cremona, Bergamo, Spoleto, Opéra de Nice, Bunka Kaikan di Tokyo, Teatro Regio di Torino, producendosi anche nel repertorio sacro e da camera, e partecipando a prime esecuzioni. Tra le sue interpretazioni ricordiamo: Germont in “La Traviata”  di G.Verdi al Bunka Kaikan di Tokyo, Figaro in “Le nozze di Figaro” di W.A.Mozart  a Malta, Marcello ne “La Boheme” di G.Puccini a Spoleto, Silvano de “Un ballo in maschera” di G.Verdi all’Opéra di Nice, Masetto nel “Don Giovanni” di W.A.Mozart al teatro Barakaldo de Vizcaya di Bilbao, Papageno del “Flauto Magico” di Mozart al Teatro Piccolo Regio di Torino, Figaro del “Barbiere di Siviglia” di G.Rossini a Spoleto, il Requiem di G.Faurè con l’Orchestra Filarmonica del 900 del Teatro Regio di Torino, Dandini in “Cenerentola” di G.Rossini al Teatro Regio di Torino, Uberto ne “La serva padrona” di G.B.Pergolesi al Teatro Regio di Torino, Mitjucha del “Boris Godunov” di M.Mussorgsky al Teatro Regio di Torino (spettacolo trasmesso anche in diretta radiofonica e da cui è stato tratto un dvd pubblicato dalla Opus Arte), Macbeth nel “Macbeth” di G.Verdi all’Opera Nazionale di Split (Croazia), Guido di Monforte ne “I Vespri Siciliani” all’Opera Nazionale di Split (Croazia). Nel 2012 ha partecipato ad una ripresa dello spettacolo “Pinocchio” di P.Valtinoni al Teatro Regio di Torino, ripreso anche dalla tv “Classica” di Sky. 
 
Pin it