Musicisti mirandolesi per Mirandola Classica Estate, 24 agosto 2017

I QUATTRO MUSICISTI MIRANDOLESI AL GRAZIOSO FOYER DEL TEATRO INNALZANO L’ORGOGLIO D’ESSER FIGLI DELLA CITTA’ DEI PICO
di Lisa Menditto

Fra gli incontri approntati dagli Amici della Musica di Mirandola, contribuenti all’arricchimento culturale della città e simboleggianti l’anima tangibile del Foyer del Teatro Nuovo, non poteva non essere incluso un appuntamento interamente destinato al vanto mirandolese; “Mirandola Classica – Estate 2017”, giunta pressappoco al completamento del suo cammino con altre due conclusive notti da trascorrere tra affabilità e ottima musica, ha pertanto fatto sì che tutta l’attenzione del pubblico venisse concentrata su quattro più che meritevoli musicisti, ciascuno di loro figlio della città dei Pico. Nel corso di una serata di quasi fine estate come quella del 24 Agosto 2017, Francesco Guicciardi, Emiliano Dolce, Maurizio Cavallini e il Maestro Lucio Carpani hanno comprovato la così produttiva capacità mirandolese nel preparare e nel crescere artisti realmente eccellenti; già gli “Amici della Musica” stessi, attraverso il loro programma estivo, hanno e continuano a dimostrare le singolari peculiarità di eventi rari il cui piacere nell’assistervi è così unico ed esclusivo, ovvero unicamente specifico di quegli incontri, da non essere facilmente ritrovabile ovunque. Non a caso, soltanto ai nuovamente numerosi spettatori che hanno preso posto nello splendido Foyer è stato possibile ristorarsi dapprima all’ascolto vivace di un repertorio originale russo per sola fisarmonica e all’udire di brani d’ispirazione popolare come czarde e danze balcaniche, accompagnate dal pianoforte, per poi raccogliersi in un clima più intimo con composizioni musicali come Notturno op.75 di Friedrich Wilhelm Voigt, Villanelle di Paul Dukas, Donato Lovreglio e la Fantasia su “La Traviata” di Giuseppe Verdi, Jacques François Gallay con una Fantasia sull’”Elisir d’Amore” di Gaetano Donizetti e Johann Sobeck su motivi dal “Don Giovanni” di Mozart. Grande professionalità e talento hanno regnato fra la fisarmonica di Francesco Guicciardi, il clarinetto del Pico d’Argento Emiliano Dolce, il corno di Maurizio Cavallini e il pianoforte del Maestro Lucio Carpani; dopo tutto, con un Foyer ospitante un’aura artistica unicamente mirandolese, all’interno di un ambiente luminoso ed in musica in contrasto con la sua città a quell’ora buia e silenziosa non poteva che essere in corso un altro bellissimo e soddisfacente evento firmato “Mirandola Classica Estate”.

IMG 8589
Pin it